UN LUOGO FANTASTICO

Tra lusinghe e minacce quanta fatica tutte le mattine per portare i bambini all’asilo! Non così in questo centro alla periferia di Parigi dove è una enorme giraffa gialla che ti guarda da lontano e ti accoglie tra le sue gambe che, all’ingresso, sorreggono l’edificio.

Si tratta del “Giraffe Childcare Centre” edificato a Boulogne-Billancourt, una zona periferica di Parigi, su progetto Hondelatte Laporte Architectes. Il programma ospita un asilo nido da 60 posti letto e una scuola materna da 20 posti letto oltre ad ampi spazi polifunzionali che prevedono anche interazioni con le famiglie e con il territorio. Accanto alla giraffa c’è un orso (fuori scala) e numerose coccinelle punteggiano le pareti.

“L’architettura diventa storytelling”, afferma lo studio Hondelatte-Laporte. “L’edificio cambia identità e diventa un paesaggio a sé stante, una metafora della giungla urbana. Gli animali e gli alberi collegano l’edificio alla natura e al movimento. Attraverso la loro forma affabile, le divertenti sculture animali ci invitano a vivere i nostri sogni. Queste immagini divertenti, giocose e oniriche introducono un poco di fantasia nella routine della città per ispirare le nostre vite con un pizzico di poesia”.

Il progetto è un mix originale di architettura moderna e narrazione: le facciate dell’edificio sono realizzate in ferro ondulato bianco che fornisce uno sfondo minimo alle sculture di animali selvatici. Le forme stereometriche sono prepotentemente decostruite nei punti di attraversamento delle sculture.

Il centro per l’infanzia di Giraffe ha ricevuto l’etichetta verde “Zéro Energie Effinergie” per le sue caratteristiche sostenibili.

I due componenti il team di progettazione, Raphaëlle Hondelatte e Mathieu Laporte, hanno sciolto lo studio e dal 2016 lavorano autonomamente.
(Andrea Mazzoli)

Le categorie di questo articolo: Architettura, Design.