CANTIERE
GALLI DESIGN

Schermata 2017-02-19 alle 10.44.49Con “una stanza tutta per se” (titolo, anzi pensiero, ripreso da un celebre saggio di Virginia Woolf) Domitilla Dardi rende pubblico un luogo – programmaticamente, fin dal titolo – privato. Privato perché privatamente scelti saranno i progetti che la riempiranno, pubblico perché inserito in uno spazio – Cantiere Galli Design, luogo di conoscenza, e poi anche vendita, di materiali per l’architettura – visitabile e percorribile.

La prima occasione Dardi la propone con un abile progetto del giovane Giuseppe Arezzi: “Beata Solitudo”. Una casa per eremiti dove la solitudine autosufficiente dell’eremita è contemporaneamente separazione dal mondo e con esso connessione tecnologica. L’immagine di Tiziano Terzani chino sul suo computer in qualche remoto luogo dell’India è l’incipit del progetto. Una vocazione alla solitudine, quella di Terzani, che però è sempre stata “presente” alla storia che si svolgeva sull’intero pianeta intorno a lui.

La struttura della casa è una griglia autoportante in legno sulla quale agganciare tappeti berberi se nel deserto, foglie di palma se nella giungla… Un modello in scala, il prototipo delle pareti a grandezza naturale ed una sequenza di immagini descrivono compiutamente l’idea progettuale.

Aspettiamo con curiosità il prossimo appuntamento. (Andrea Mazzoli)

cantieregallidesign.com

Le categorie di questo articolo: Design, Eventi e Mostre, Magazine, Prodotti.