UTRECHT. ORIZZONTALE: QUARTIER GENERALE DEGLI URBANAUTI

Orizzontale è un collettivo di architetti con base a Roma, il cui lavoro attraversa architettura, paesaggio, arte pubblica e autocostruzione.
Orizzontale promuove dal 2010 progetti di spazi pubblici relazionali, dando forma ad immagini di città dismesse o inedite. Questi progetti sono stati terreno di sperimentazione per nuove forme di interazione tra gli abitanti e i beni comuni urbani, e al tempo stesso occasione per mettere alla prova i limiti del processo di creazione architettonica.

Nella città di Utrecht, in Olanda, Berlijnplein è oggi un interessante “spazio soglia”: una zona temporaneamente sospesa, in grado di creare aspettative di ciò che verrà e pronta a ricevere impulsi innovativi. Il suo grande potenziale risiede proprio nel suo essere a cavallo tra il quartiere storico del centro e il nuovo quartiere in crescita di Leidsche Rijn. Orizzontale voleva far percepire l’area di Berlijnplein come una terra remota e sconosciuta da scoprire. I pionieri, divenuti “urbanauti”, ovvero avventurieri contemporanei che navigano nell’ampio spazio pubblico, sono chiamati a ridefinire attraverso le loro rotte un nuovo sistema di circolazione urbana, da rileggere sotto una diversa prospettiva e significato: la mobilità urbana si trasforma in un’esperienza ricreativa.

Orizzontale è composto da: Jacopo Ammendola, Juan Lopez Cano, Giuseppe Grant, Margherita Manfra, Nasrin Mohiti Asli, Roberto Pantaleoni, Stefano Ragazzo.
(Andrea Mazzoli)

domusweb.it

Le categorie di questo articolo: Architettura, Magazine.